EPISTOLARIO - pag. 160

Padre Pio a padre Agostino
San Giovanni Rotondo, 11 settembre 1916
Mio carissimo padre,
Gesù sia sempre il re supremo delle nostre anime e ci dia la sua grazia pel conseguimento dell'eterna gloria! Così sia.
Son già da cinque giorni che mi trovo qui e rendo vivissime grazie all'altissimo di avermi fatto degno di farmi trovare una comunità religiosa edificatissima. Piaccia a Dio vederla degna di maggior perfezione e così egli resterà glorificato nelle sue creature.
Io mi sento benino nel fisico, ma nel morale cosa debbo dirvi? Padre mio, la notte si va facendo sempre più alta. La tempesta sempre più aspra; la lotta sempre più incalzante e tutto minaccia per la sommersione della povera navicella del mio spirito. Nessun conforto scende nell'anima mia. Sono divenuto cieco completamente. Solo vedo con chiarezza, seppure possa meritare il nome di vista, la mia nullità, da una parte; e dall'altra la bontà e la grandezza di Dio. Veggo Iddio in me stesso e lungi dall'appagare la mia brama, maggiore ne sento il desiderio. Veggo Iddio circondato di folta caligine e queste caligini vanno sempre crescendo col passare dei giorni. Ahimè! quando sarà il momento, che si scoprirà al mio sguardo? Quando risplenderà il divin sole in me? Posso e debbo io sperare la vista di questo sole o piuttosto avrò da rimanere eternamente immerso in questo buio pesto?
Padre mio, quanta è dura la prova senza uno spiraglio di luce e di conforto! Potessi almeno sapere che il tutto riesce di glorificazione a Dio! Se ciò potessi sapere, anche l'inferno su questa terra mi riuscirebbe dolce assai. Ma sia fatta la volontà di Dio.
Perdonatemi, padre mio, se mi son fatto sfuggire espressioni da cagionarvi dispiacere. Il peso che sopportate è abbastanza soverchio per voi. Mi perdonerà il Signore questo mio orrore, sebbene l'è stato involontario?
Avevo già incominciato la presente, allorquando mi giunge l'ultima vostra la quale mi arreca da una parte un pò di sollievo nel sapervi sotto la protezione del cielo, da un'altra parte poi non riesco a raffrenare il mio dolore nel vedervi tanto provato. Mi duole non potervi esprimere in iscritto ciò che voi mi chiedete. A voce vi dirò tutto. Intanto vi torno a rassicurare nel dolcissimo Signore che nulla di avverso vi avverrà. La prova è aspra sì, ma non tanto da soccombervi. Gesù vi aiuterà dovunque e sempre. E noi tutti che siamo uniti a voi in uno stesso spirito, continueremo sempre a far violenza al divin cuore a pro vostro. Non dubitate di questo; noi vivremo tutti per Gesù ed in lui tutti per voi.
Fatevi animo. La prova è lunga ancora; ma il purgatorio, quando si pena per amor di Dio, è dolce. Passerà l'inverno, padre, e verrà l'interminabile primavera, tanto più ricca di bellezza quanto furono più dure le tempeste. Coraggio dunque ed avanti sempre.
Beneditemi sempre ed abbiatevi tutto il mio affetto in Gesù.
Vostro figliuolo fra Pio, cappuccino
(Epist. I, 821)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 160 di 200

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200