EPISTOLARIO - pag. 165

Padre Pio a padre Agostino
San Giovanni Rotondo, 19 novembre 1916
Mio carissimo padre,
il santo amore di Dio viva e regni eternamente nel vostro cuore, non che in tutte le anime amanti di Gesù!
Ricevo la vostra cartolina colla quale mi notificate che voi pel giorno 17 dicembre starete a Foggia in licenza. Lascio immaginare a voi quanto contento io provo a questo annunzio, sperando che tale licenza possa arrecarvi un dolce sollievo dopo tanti sacrifizi che andate sostenedo.
Ma non debbo nascondervi però, che resto mortificatissimo nel non potervi in tale circostanza riabbracciarvi e comunicarci tante belle cose di Gesù. In quei gioni mi troverò a Napoli, dove dovrò ripresentarmi, pel motivo a voi ben noto, l'otto dicembre.
Chi sa dove nascerà per me il santo Bambino quest'anno! Chi sa cosa mi sarà serbato! Il padre provinciale mi disse quando fu qui che il Bambino nascerebbe all'ombra del sacro recinto. Voglio sperare che questa volta egli l'abbia fatto da profeta.
Del resto le mie condizioni di salute non sono punto migliorate da quelle dell'anno scorso. Confido e spero in Dio. Intanto non cessate d'insistere più che mai presso il divin Cuore con l'umile e fervente preghiera, affinchè mi faccia sottomettere alla sua santa volontà e che io lo serva con fedeltà e sincerità.
Io non altro desidero se non che o morire o amare Dio: la morte o l'amore; giacchè la vita senza quest'amore è peggio della morte; per me sarebbe più insostenibile di quella che l'è presentemente.
Padre mio, con animo straziante mi sottopongo a vivere la vita, e solo per non disgustare Gesù, e non contravvenire agli ordini del superiore. Ma perchè poi non mi è dato di amarlo con sincerità e serenità di spirito? Mi sento solo, ed un gran vuoto che mi spaventa si va sempre facendo nell'animo mio. Questo povero cuore è irrequieto e non so dove posarlo. Lo poso in Gesù, e non è sazio ancora. Che disgrazia l'è mai questa? O se potessi amare Gesù, quanto sarei felice! Ma questo conforto pure mi è tolto, ed io non ne trovo la via per andare da lui.
Vi prego, mio carissimo padre, di vivere tranquillo sul vostro spirito. Gesù vi ama sempre e quando Gesù vi ama di che dunque si deve temere? Guardatevi sempre dal convertire le vostre occupazioni in disturbi ed inquietudini di spirito, e quantunque si è imbarcati sulle onde, e tra i venti di molti imbarazzi, guardate sempre in alto e dite sempre a nostro Signore: O Dio, per voi io vogo e veleggio; siate voi la mia guida ed il mio nocchiero.
Non temete di nulla, mio buon padre; consolatevi, poichè quando giungerete al porto, le dolcezze che ivi gusterete, ci risarciranno delle fatiche sostenute per arrivarvi.
Pregate, padre, per me e beneditemi sempre. Non dubitate di me, io non cesserò giammai di pregare Gesù che colmi i vostri giorni di benedizione in mezzo alle prove.
Gesù riposi sempre nel vostro cuore, e vi lasci riposare sempre ai sui piedi ed in Gesù io sono più vostro di quello che voi possiate credere.
Fra Pio, cappuccino.
(Epist. I, 840)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 165 di 200

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200