EPISTOLARIO - pag. 179

Padre Pio a padre Agostino
San Giovanni Rotondo, 10 giugno 1917
Carissimo padre lettore,
Gesù sia sempre nel centro del vostro [cuore] e vi trasformi tutto in lui!
Questa mattina il padre provinciale ha fatto ritorno a San Marco, assicurandoci di ritornare di nuovo fra noi fra una diecina di giorni per rimanersene a lungo con noi.
Il padre provinciale m'incarica di dirvi che il padre Filippo da San Marco la Cotola nel passato aprile venne fatto cappellano di uno ospedaletto da campo dove presentemente trovasi. Egli dunque è al sicuro. Anche fra Luigi e fra Arcangelo sono essi pure presentemente al sicuro. Quindi vivete tranquillo.
Questi giovinetti vi salutano e vi baciano la mano. Cinque di questi giovinetti partiranno domani per San Marco la Cotola per dare luogo a quelli di Vico che verranno in settimana qui. Dieci di questi giovinetti entreranno fra breve nel noviziato. Il Signore dia loro la santa perseveranza.
In quanto allo spirito brevi sprazzi di luce di tanto in tanto e poi buio pesto. Fiat.
Con stima grandissima vi bacio la mano e vi chiedo la santa benedizione.
Fra Pio, cappuccino.
(Epist. I, 902)

* * * * *

Padre Pio a padre Benedetto
San Giovanni Rotondo, 28 giugno 1917
Mio carissimo padre,
la grazia di Gesù sia sempre la vita del vostro cuore, sorreggendolo in qualunque prova e trasformandolo in se medesimo! Ricevo poco prima di ora la vostra carissima lettera e mi affretto subito a rispondervi per calmare, sè sarà possibile, il vostro spirito agitatissimo.
Permettetemi, padre, che francamente vi parli. I timori che voi sentite, e che me li avete espressi in parte nella vostra lettera, sono suscitati in voi dal nostro comun nemico.
In voi non vi sono ricadute, che procedono da deliberata volontà; e se siete ricaduto in certi mancamenti, non mai gravi però per grazia di Dio, sono quelle ricadute, di cui nemmeno le anime giuste ne vanno esenti.
Circa poi l'accusa dwei vostri peccati, nelle vostre passate confessioni, è stata fatta bene. Vivete tranquillo. Ciò che ho detto, non l'ho detto, mio caro padre, per semplice formalità o per una certa specie di pietà o di carità filiale verso di voi, che in realtà non sarebbe tale, ma l'ho detto perchè così sta la cosa dinanzi Dio.
Credetemi padre, e calmatevi: la verità questa volta sta da parte mia. Ne risponderò io dinanzi a Dio di ciò che vi ho dichiarato e non voi.
Le ultime parole di esortazione, dopo recevuta la vostra confessione, furono queste: adesso che conoscete di avere offeso Dio con i vostri peccati, avete dolore di aver peccato? Fate un fermo proponimento di non ricadervi più? e siete risoluto a perdere la vita, anzi che offendere di nuovo Dio?.
Questa, e non altre, furono le ultime mie parole. Ora vi scongiuro per le viscere e per la mansuetudine di Gesù a voler prestar credenza alle mie assicurazioni e così colmerete i vuoti del vostro cuore oltremodo angustiato. Gesù lo vuole e voi non dovete fargli questo torto.
Mi sono altremodo rallegrato per le belle informazioni datemi circa i ragazzi che sono costì. Questa nuove hanno colmato in parte le mie trepidazioni per essi. Piaccia a Dio renderli degni figli del serafico padre san Francesco.
Lunedì vennero i sette ragazzi di Vico; raccomandatemi anche voi alla divina pietà, perchè possa rendermi utile per essi, che molto hanno bisogno per la formazione del loro cuore.
Il mio spirito versa in gravissime condizioni. Tutto è buio, tutto è spavento. Quandi vedrò la luce? Posso sperarla? Mi reggo solo in forza delle assicurazioni fattemi e queste solo sono desse, che non mi fanno indietreggiare nel servizio del Signore.
Non posso più prolungarmi, perchè ho interesse che la presente vi giunga al più presto.
Vi bacio la mano, assieme ai ragazzi, e chiedendo per me e per essi la santa benedizione mi dico
vostro affezionatissimo figliuolo fra Pio, cappuccino
(Epist. I, 903)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 179 di 200

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200