EPISTOLARIO - pag. 183

Padre Pio a padre Agostino
San Giovanni Rotondo, 24 luglio 1917
Mio carissimo padre,
la grazia di Gesù sia con voi sempre!
Orsù, mio carissimo padre, è ormai tempo che io vi scriva, sebbene ahimè! sarà sempre alla sfuggita, poichè non ne ho mai il comodo. E questo lo fo non per dirvi altro che per ringraziarvi vivamente delle belle e confortanti ed assidue notizie che mi regalate. Viva Dio, che è così buono con le sue creature!
Vi scrivo ancora per dirvi che io chieggo continuamente nelle mie preghiere e nella santa messa molte grazie per l'anima vostra, ma in un modo speciale il santo e divino amore: esso è il tutto per noi, è il nostro miele, mio caro padre, nel quale e col quale tutte le affezioni e tutte l'azioni e sofferenze devono essere addolcite.
Mio Dio! mio buon padre! quant'è felice il regno interno, quando vi regna questo santo amore! Quanto sono beate le potenze dell'anima nostra, allorchè ubbidiscono ad un re sì saggio! Sotto la sua obbedienza e nel suo stato egli non permette che vi abitino i gravi peccati, nè tampoco alcuno affetto ai più leggieri.
E' vero che egli li lascia approdare molte volte alle frontiere, affin di esercitare le virtù interne alla guerra, e renderle valorose, e permette pure che gli spioni, che sono i peccati veniali e le imperfezioni, corrano qua e là nel suo regno; ma ciò non è che per far conoscere che senza di lui saremmo in preda ai nostri nemici.
Umili amici molto, mio buon padre, e confessiamo che se Dio non fosse la corazza ed il nostro scudo, noi saremmo incontanente trafitti da ogni specie di peccato. Ed è per questo che dobbiamo sempre tenerci in Dio colla perseveranza nei nostri esercizi: che questa sia la nostra assidua cura.
Abbiamo sempre accesa nel nostro cuore la fiamma della carità e non ci perdiamo mai di coraggio, e se ci sopraggiunge qualche languore o debolezza di spirito, corriamo ai piedi della croce, annettiamoci tra i celesti profumi, e saremo indubiamente rinvigoriti.
Durante la santa messa io sempre presento il vostro cuore al divin Padre con quello del suo celeste Figliuolo. Egli non saprebbe rifiutarlo a cagione di questa unione. In virtù della (quale) io presento a lui l'offerta; non dubito, mio caro padre, che dal canto vostro facciate lo stesso.
Mi rallegri molto e ne do infinite benedizioni al cielo per la grazia accordatavi da Gesù di rivedervi con il padre Pietro. Avete visto, padre, come egli è malandato in salute? Gesù voglia conservarcelo. Glielo dico sempre a Gesù, poichè io il padre Pietro l'amo anche assai.
Le prove del mio spirito vanno sempre più intensificandosi. Ma viva Dio che anche in mezzo alle prove non permette che l'anima si smarrisca. Si soffre, ma ho la certezza che in mezzo alle sofferenze ed al buio pesto, in cui è immerso continuamente il mio spirito, non mi viene meno la speranza.
Finisco, padre, con rassicurarvi che l'anime tutte di Gesù camminano bene e combattono valorosamente. Vi desidero il colmo della perfezione cristiana nelle viscere di Gesù ed in lui vi bacio la mano assieme a questi ragazzi e vi chiedo per me e per essi la santa benedizione.
Affezionatissimo vostro figlio fra Pio, cappuccino.
Il padre Paolino vi saluta cordialmente; il molto reverendo è da moltissimi giorni che trovasi a Foggia, e ritornerà forse dopo sant'Anna. I ragazzi di Vico trovansi qui da circa un mese, e quelli nostri che devono andare a noviziato sono ancora qui. Sono tanto buoni, mi addolora la loro separazione.
(Epist. I, 917)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 183 di 200

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200