EPISTOLARIO - pag. 83

Padre Pio a padre Agostino
Pietrelcina, 10 gennaio 1914
Mio carissimo padre,
la grazia dello Spirito Santo vi aiuti a santificarvi.
Io poi non posso nulla suggerire per quell'affare che riguarda quelle due anime bellissime.
Preghiamo intanto il dolcissimo Gesù, che lo stesso faccio sempre anch'io e non si preoccupino punto per questo, poichè tutto succederà secondo il cuor di Dio.
Ho ricevuto poi giorni fa dell'applicazioni dal padre provinciale e ne ringrazio il Signore. Il padre provinciale ha già espresso il suo desiderio di volermi richiamare. Voi pure mi chiedete qualche cosa al riguardo; ed eccomi ad accontentarvi.
Il padre provinciale fion dallo scorso maggio mi diceva che il padre generale, dietro che lui gli aveva riferito tutto sul mio conto, rispose: "E' meglio allora che si faccia prete chiedendo il breve".
Io, caro padre, volerei volentieri in convento, ma poichè tutte le prove sono state fatte e gli effetti vi sono ben noti e dietro ancora che la mia malattia si va sempre più accentuando, trascinandomi a stento, vede che non potrei essere alla comunità se non di peso e d'ingombro, senza apportare nessuno aiuto ed affrettendo la mia fine.
Quindi tenedo presente la risposta data dal generale al mio riguardo, con strazio vivissimo dell'anima mia, mi decido a chiedere il breve, riconoscendo nella voce del superiore la voce di Dio.
Voi, caro padre, che tante volte siete stato posto a parte del mio interno, potrete in parte comprendere quale atroce strazio sente il mio cuore nell'essere costretto a dare il passo, ma la necessità me l'impone e la sventura così vuole per me.
Son persuaso poi che se il padre provinciale interporrà presso Roma i suoi buoni uffici, ci riuscirà a farmi rimanere coll'abito del serafico padre.
Presentemente voi come vi sentite? Fo continui voti al Signore per la vostra perfetta sanità.
Benedite e pregate Gesù pel vostro disgraziato e sventurato figlio,
fra Pio
(Epist. I, 447)

* * * * *

Padre Pio a padre Benedetto
Pietrelcina, 30 gennaio 1914
Mio carissimo padre,
Gesù sia sempre con voi e vi accompagni dovunque.
Quanta pena mi dà la infermità del nostro carissimo padre Ludovico non so dirvelo, parli per me questo mio cuore.
Non cesso nè cesserò di caldamente ed incessantemente pregare e fare dolce vilenza al tenerissimo cuore del padre celeste per la di lui guarigione, sebbene, ahimè, è assai difficile.
Offrro al signore la mia povera e fiacca persona in luogo di quella del nostro buon padre, e questa offerta glie la presento per le mani della mia cara bella Vergine della Libera.
Conosco e confesso di essere troppo egoista, eleggendo per me la parte migliore, ma il Signore sa a che fine lo faccio. Piaccia al Signore, per la sua bontà, ascoltare la preghiera di tante sante anime che tutte son dirette ad un medesimo scopo!
Da vari giorni in qua, oltre alle solite ed ordinarie molestie, alle quali vado soggette colla mia salute, si è aggiunta quella di sentirmi tutto il corpo reumatizzato, il che mi cagiona un non lieve tormento ed a grande stento mi trascino all'altare. Sia fatta la divina volontà!
Mi domandate che cosa abbia io voluto significare con quelle parole nello scriver al padre Agostino: "Se io dovessi tornare in Religione, il Signore dovrebbe violentare la volontà di molti".
Mi sorprendono veramente tali parole e per quanto io mi sia adoperato per riordinare le mie idee, non mi sovviene che io abbia mai adoperato una tale espressione.
E' vero che in una delle mie lettere scrissi: "il Signore dovrebbe violentare la volontà di molti", ma questo si riferiva ad una carica che si doveva creare.
Col vostro comodo vi prego d'inviarmi dell'applicazioni.
Raccomandatemi al Signore, che lo stesso fo continuamente per voi, e beneditemi fortemente.
Fra Pio
(Epist. I, 451)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 83 di 100

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100