EPISTOLARIO - pag. 88

Padre Pio a padre Benedetto
Pietrelcina, 4 maggio 1914
Mio carissimo padre,
Gesù e Maria siano sempre nell'anima vostra e vi facciano santo. Non so esprimervi a parole la mia vivissima gratitudine per l'applicazione, che vi siete benignato inviarmi. Infiniti ringraziamenti ne siano resi al Signore per si vostra fiorita carità.
Duolmi poi non potervi appagare nella giustissima vostra dimanda. Gesù non vuole che ne facessi parola. Preghiamo con fiducia il Padre celeste per il buon esito, perchè le cose si vanno piùttosto imbrogliando e se lui non vi pone rimedio l'affare andrà malissimo. Non meritiamo i divini aiuti, avendo noi volontariamente discacciato dal nostro cuore l'amabilissimo Gesù e chiuse abbiamo perfino le finestre al divin Sole per non sentirne i benefici effetti dei cocenti raggi; ma ci sia almeno permesso sperare nella infinita provvidenza divina. Voglia il tenerissimo padre di Gesù esaudire le preghiere, che a lui innalzano tante generose anime. Si muova a pietà della nostra indigenza che va divenendo estrema!
Che debbo dirvi della povera anima mia?! Ahimè che troppo infedele è stata col suo Dio! Viva Gesù sempre, che non rimuove mai la sua misericordia da me! Ci sono dei momenti nei quali nel cielo dell'anima mia si addensano nubi sì oscure e tenebrose, da non lasciare passare neanche debolmente un raggio di luce. E' l'altra notte per l'anima. L'anima viene posta in afflizioni estreme e pene interiori di morte. La divina bontà viene rappresentata all'anima in tal modo, da non poter la poverina godere di tanta bontà con possedimento di amore, ma glielo lascia sospirare solo da lungi un tal possesso con desideri estremamente penosi; l'anima posta in questo stato anela a Dio, fonte di ogni bene, e solo con un profluvio di lacrime palesa la pena delle sue brame.
Tutto l'inferno allora si riversa con i suoi ruggiti cavernosi su di lei; tutta la vita, passata e presente, è spavento per essa. I suoi peccati e mancamenti, con i quali si è allontanata tante volte da Dio, essa li vede chiaramente e distintamente e l'amarezza che ne sente è tale, che appena appena ad intelligenza umana è possibile immaginare.
Non è tutto ancora; l'anima stessa sembra che si sia votata a congiurare contro se stessa servendosi a tal fine della fantasia e della immaginazione. I belli giorni passati col dolcisimo Gesù spariscono del tutto dalla mente. Non può l'anima, posta in tale stato, fare a meno di esclamare: "Per me tutto è perduto!". Lo strazio che prova la poverina è tale, che non saprei differenziarlo dalle pene atrocissime che soffrono i dannati all'inferno.
Tale stato non dura a lungo in una istessa intensità e nè potrebbe, a mio credere, durar più allungo senza che l'anima uscisse dal corpo. Quello che non si agita punto in questa estrema prova è l'alta punta dello spirito, accompagnato da una tranquillità indescrivibile ed assai delicata, appena appena sentita dalla parte inferiore, ed è dessa l'unico filo che mantiene, io credo, l'anima in vita.
E' una prova di fuoco, mio carissimo padre, questa, del tutto differente però dal fuoco di questo basso mando. Tra questi due fuochi vi è però questo di somigliante, cioè che ambedue questi fuochi distruggono e consumano tutto ciò che si oppone al conseguimento del loro fine.
Difatti, uscita che è l'anima da questa prova di fuoco, si rende sempre sgravata maggiormente dalle vesti dell'uomo vecchio.
Beneditemi fortemente.
Fra Pio
(Epist. I, 468)

* * * * *

Tratto da: PADRE PIO DA PIETRELCINA, Epistolario I a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni, San Giovanni Rotondo 2004, 4^ edizione

Pagina 88 di 100

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100