I MIRACOLI - pag.2

Racconta Giorgio Mattino, di Benevento, che all'etÓ di quindici anni gli successe un fatto meraviglioso, il pi¨ bello della sua vita. Da tempo soffriva di un grave disturbo: il suo occhio destro si era mostruosamente gonfiato. Poteva vedere soltanto con con l'occhio sinistro e fitte lancinanti non gli davano tregua neanche di notte. Non riusciva pi¨ a dormire. Col tempo l'occhio si gonfi˛ a tal punto che la sua faccia era diventata irriconoscibile. Come ultima speranza i genitori decisero di portarlo a San Giovanni Rotondo per farlo curare nell' ospedale di padre Pio. Il suo stato era grave: i medici temevano che il male contagiasse anche l'occhio sano, provocando irrimediabilmente la cecitÓ. Il povero ragazzo era disperato. un giorno and˛ alla chiesa di San Giovanni rotondo e lý si raccolse in preghiera. All' improvviso sentý un forte profumo di fiori che si faceva sempre pi¨ forte. Il profumo giunse ad essere cosý intenso che egli si sentý mancare e svenne pensando di morire. Due uomini lo portarono in fretta all'ospedale e lo adagiarono su una poltrona. Il medico accorse immediatamente. E fu proprio la sua faccia la prima immagine nitida che il ragazzo vide quando riprese conoscenza. Tutte le cose intorno, per la prima volta, gli apparivano in maniera chiara: l'occhio si era sgonfiato e i medici concordarono nel dichiararlo guarito.

* * * * *

Luisa Vario viveva a Londra una vita frivola e inutile. In uno dei suoi frequenti viaggi all'estero venne in Italia a San Giovanni Rotondo, si confess˛ da padre Pio e incominci˛ seriamente a meditare sul significato della sua vuota esistenza. Durante il suo soggiorno le pervenne una triste notizia: la nave sulla quale il figlio si era imbarcato aveva fatto naufragio. Disperata, corse nuovamente in convento, si incontr˛ con padre Pio implorandolo di aiutarla a sperare. Padre Pio le disse sicuro:"StÓ tranquilla, figlia mia. Il tuo ragazzo Ŕ salvo". Poi le domand˛ un pezzo di carta e una matita e mentre scriveva aggiunse: "Questo Ŕ il suo indirizzo". La donna partý subito per il luogo indicatole dal frate, dove potŔ riabbracciare il figlio; e ci˛ la spinse a tornare in Italia, e a stabilirvisi definitivamente. And˛ ad abitare nei pressi di Assisi ed allora dedic˛ tutta la sua vita alle pratiche religiose e alle opere di caritÓ.

* * * * *

Palma Carboni Ŕ una ragazza di quindici anni. Abita a Confiente, una borgata appenninica della valle del Setta. Dicono che fosse una indemoniata; ora i demoni l'hanno abbandonata dopo un viaggio da lei compiuto a San Giovanni.

* * * * *

Lucia Bellodi, una ragazza di modena affetta da una grave forma di diabete insipido, guarisce dopo aver invocato l'intercessione di padre Pio.

* * * * *

Pagina 2 di 8

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8